CHI HA PAURA DEL CREEPY VINTAGE?

  • Post Author:
  • Post Category:STORIE

Nulla è statico, tutto può cambiare. È la prima cosa che ci racconta Michele, tirando le fila del suo percorso professionale e di crescita interiore. Dopo una laurea in fashion design, una breve parentesi in una galleria d’arte veneziana e un anno a Malta, tornato a Treviso, la sua città, ha avuto presto la percezione che la moda fosse ormai per lui da considerarsi un’esperienza conclusa. Nonostante le proposte lavorative non mancassero, qualcosa suggeriva con forza un cambio di rotta.

“Continuavo a chiedermi: cosa mi lascia questo lavoro? Cosa lascia dietro di sé? Cosa restituisce al mondo, all’universo? La risposta era sempre la stessa: nulla. Avevo a quel punto maturato la certezza che era arrivato il momento di concentrare il 100% della mia attenzione altrove e di intraprendere con più convinzione un cammino da sempre percorso parallelamente a tutte le altre attività.”

È allora che è nato Gli occhi del bagatto, uno studio olistico specializzato in taro-logia, cristalloterapia, Reiki e numerologia. A contradistin-guerlo, la presenza attiva sui social, usati come strumento di confronto e dialogo. Una finestra aperta sul mondo di Michele e sulla sua attività.

SPIRITUAL HOME

“Con le carte ho sempre avuto un rapporto profondo, viscerale, fin da piccolissimo. A sette anni giocavo già con un mazzo di tarocchi piemontesi e questo grande amore non è mai sparito, ma è cresciuto nel tempo a dismisura.”

Una passione che scalpitava e reclamava spazio, tanto che quando si è trattato di investire in una nuova professione Michele non ha avuto dubbi: aiutare gli altri a superare gli ostacoli della vita quotidiana, far luce sulle ombre e comprendere sé stessi.

“I tarocchi sono per me un modo per raggiungere la consapevolezza, più che uno strumento di divinazione. Negli anni mi sono avvicinato al Reiki, alla cristalloterapia, ai trattamenti energetici e ad altre discipline legate allo spirito e alla mente che potenziano il risultato ottenibile attraverso la semplice lettura delle carte. Insomma, più che uno studio di divinazione, una “clinica per l’anima e per lo spirito”, come l’ha definita un giorno un mio cliente.”

Ciò che ha suscitato in noi grande curiosità è anche la casa che Michele ha arredato con originalità. Un luogo ricco di fascino, che combina il riuso di vecchi materiali a lievi pennellate creepy. Così un divanetto rétro diventa protagonista di un set, tra cornici, candelabri e simboli energetici. Allo stesso modo, delle vecchie imposte scovate in un laboratorio di restauro diventano testata del letto, a inquadrare il futon ricoperto di cuscini e tessili black and white. Il risultato? Una casa unica che rispecchia la personalità di Michele in ogni sua sfaccettatura.

come su un palcoscenico

“Per me casa è tutto. È me stesso visto dall’interno, la mia testa, i miei sogni. È la rappresentazione del mio animo, un palcoscenico sul quale giocare a fare il regista, lo scenografo e il costumista al contempo. È anche il luogo nel quale accolgo vecchi pezzi carichi del loro vissuto, raccolti in giro per il mondo e con alle spalle mille storie e una loro speciale aura. Insomma, casa per me è un luogo dove si concentrano tutte le energie e ci si rigenera, in una sfera di luce.”

Curiosi di conoscere Michele?

Sul suo sito gliocchidelbagatto.com potete prenotare la vostra lettura dei tarocchi in studio, al telefono o in chat. Se non è magia questa…

ph. michele cadelano