CASA COMANDA COLORE

  • Post Author:
  • Post Category:INTERIOR

Chi da piccolo non ha mai giocato a “color color”? Era il passatempo preferito di ogni festicciola. A turno uno di noi ordinava agli altri di cercare un colore e il gioco si trasformava a quel punto in un fuggi fuggi alla pazza ricerca di un oggetto in tinta da toccare per mettersi in salvo. È un’immagine che mi torna alla mente ogni volta che, guardandomi attorno in casa, mi dico: “c’è bisogno di aria nuova”.

Cambiare look è un’esperienza che consiglio di fare, anche piuttosto di frequente. Se col tempo cambiano i gusti, le abitudini e le passioni, perché non dovrebbe cambiare anche il luogo che ci accoglie ogni giorno? Farlo è divertente e per nulla faticoso, se si sa da dove partire. In più, rinnovare la casa ha sull’umore lo stesso effetto benefico di un taglio di capelli o di una tinta coraggiosa.

Certamente cambiare arredi può essere dispendioso, molto più di un appuntamento dal parrucchiere. Tuttavia, anche qui si possono trovare soluzioni facili e d’effetto senza gravare troppo sul portafogli.

Se si gioca d’astuzia in partenza il relook di una stanza o di tutta la casa diventa possibile con pochi interventi. Quando si è trattato di arredare il nostro appartamento, ad esempio, eravamo piuttosto indecisi e non ce la siamo sentita di arrischiarci con la carta da parati o una mano di colore brillante. Quando è venuto poi il momento di scegliere il divano, abbiamo optato per un modello base di Ikea non troppo appariscente: Ektorp. Ebbene, è stata la nostra fortuna! Abbiamo così creato una tela bianca sulla quale è facile inserire di volta in volta nuovi elementi per dare più carattere.

E di carattere questa casa ne ha avuto tanto, attraversando più periodi di Picasso, dal blu al verde al marrone. Ogni volta è bastato sostituire i tessili per ottenere una “casa nuova” e per di più con una spesa contenuta.

Generalmente se si pensa a una casa colorata, la mente corre subito alla pittura. Se invece i mobili sono chiari e le pareti bianche, la vera rivoluzione diventano altri elementi come cuscini, plaid, trapunte, tende e quadri.

L’importante è non strafare e progettare con cura. Pinterest è una fonte inesauribile di spunti e suggestioni, ma non è detto che quelle soluzioni patinate poi funzionino anche a casa nostra.

Un buon metodo per testare il nuovo look è creare delle moodboard e studiare gli accostamenti. Ma ancor di più, sono schizzi e disegni che aiutano a schiarirci le idee. Per realizzarli non occorre essere Michelangelo.

Io nel tempo libero mi diverto a ritagliare immagini da riviste e cataloghi per farne dei collage. L’abilità richiesta è davvero minima: basta sbordare le foto, combinarle e provare diverse composizioni. E guardate quante facce ha cambiato il nostro salotto… almeno sulla carta!

Se sostituire i cuscini non vi sembra sufficiente, su internet esistono inoltre diversi siti sui quali è possibile hackerare i divani Ikea.

Su Comfort Works, ad esempio, si può scegliere fra diversi tessuti e la fodera su misura arriva direttamente a casa tramite corriere. I prezzi, certo, non sono proprio salva budget ma se la struttura è ancora in buono stato perché ricomprare il sofà quando basta rivestirlo?

Un’idea super economica, infine, è quella di affidare il lavoro a una brava sarta: noi le abbiamo appena commissionato di impreziosire il nostro Ektorp con un bordino colorato.

Insomma, come in tutte le cose, il segreto di una buona riuscita è aguzzare l’ingegno e provare, provare e ancora provare finché il cuore non sussulta con un sincero: “mi piace”. Senza dimenticare il divertimento… sperimentare e osare a proprio gusto vale infatti molto più del seguire la moda del momento. Di questo ne siamo convinti: non c’è trend che tenga, perchè questa è casa nostra ed è così che la vogliamo.