A CASA DI FERICA DAVOLI

  • Post Author:
  • Post Category:STORIE

I COLORI DELLA (MIA) TERRA

Grafica, fotografa e creatrice di contenuti per il web, Federica ha una sensibilità particolare per gli accostamenti di colori e materiali. Da bambina, racconta sulle pagine del suo blog (rikaformica.it), la sua stanza dei giochi preferita era la soffitta nella quale trascorreva intere giornate a caccia di tesori. Crescendo ha incominciato a setacciare mercatini e fiere dell’antiquariato e a rinnovare mobili che avessero una storia. Fino al giorno in cui una fotocamera è entrata nella sua vita e tutto ha cominciato ad avere un senso.

Oggi nei suoi scatti ritroviamo la stessa curiosità d’una bimba che gioca con i vecchi ninnoli di famiglia, con una spiccata predilezione per i toni della terra e del marrone. Una palette originale e non casuale, legata alla sue origini.

“Vivo in una casa di campagna, nella pianura emiliana. Sono circondata da campi e da terra. E nonostante ci sia una sorta di amore/odio, sono molto legata a questi luoghi e alle mie radici. Non ricordo un momento preciso in cui ho detto “ecco, questa è la mia palette”, ma è stato piuttosto un percorso che mi ha portato ad eliminare, negli anni, tutto ciò a cui non sentivo di appartenere. Quel che ne è rimasto è quello che vedete oggi. I colori che uso negli interni rispecchiano molto quel che trovo varcando la soglia di casa. I toni sono appunto le sfumature naturali della terra e i materiali caldi come il legno, rigorosamente nella loro forma più semplice, minimal e senza fronzoli.”

La tua casa inspira un grande senso di calma. È accogliente e intima come un nido…

“Per me casa è il posto dove riposare la mente e gli occhi, prima di tutto. Da qualche anno, poi, è anche parte del mio lavoro. Passo molto tempo qui e ho bisogno di un posto dove sia facile concentrarsi e ispirarsi. Mi piace che sia tutto molto soft e non opprimente. Questo non vuol dire che debba essere sempre super ordinato, come molti pensano, anzi… Non sono per niente una maniaca del pulito. Il minimo necessario, ovvio, ma trovo sia bello che la casa sia anche vissuta. Da me può capitare di trovare terriccio sul pavimento perché ho appena travasato una pianta, o cuscini e coperte nei posti più impensati perché devono sempre essere a portata di mano per il freddo o un sonno improvviso. Senza contare i pezzi del cortile portati dai miei figli entusiasti di contribuire con rami, fiori e foglie all’arredamento.”

LA MIA PALETTE

“Nella prima casa che ho abitato avevo una camera da letto color arancione e una cucina verde limone. Allora ero più giovane, più eccentrica. Ma anche quella casa, quei colori sono stati parte della mia ricerca e hanno contribuito a formare quello che è il mio gusto e il mio stile oggi”.

Hai una grande passione per i mobili scovati nei mercatini, che riadatti e trasformi. Cosa ti attrae tanto del vintage?

Non c’è niente di più bello che amare un mobile o un oggetto che altri hanno già amato. Qualcosa che possa raccontare una storia. Amo perdermi nei mercatini e nei negozi di usato proprio perché, per ogni cosa che vedo, immagino come reinventarla e valorizzarla di nuovo. Ci sono alcuni mobili dai quali non potrei mai separarmi, non perché particolarmente belli ma perché parte di questa casa centenaria dove abito e perché appartenuti ai miei bisnonni. La porta della cabina armadio che abbiamo costruito qualche anno fa, invece, è una porta ottocentesca dipinta a mano che ho recuperato dalla casa vecchia e pericolante del mio vicino. Era abbandonata e dimenticata e sono stata felice di averle potuto dare nuova vita.”

WOLF ON CARAVAN

Tra le tante attività, Federica gestisce insieme a Nicoletta Carlotto anche uno shop online. Si chiama WOLF ON CARAVAN ed è una piccola vetrina sul sito di MJOLK nella quale espone gli oggetti trovati nei mercatini, selezionati col suo infallibile gusto. Pochi pezzi per volta e un grande amore per il recupero.

PH. FEDERICA DAVOLI      @rikaformica